apr 24, 2012

Pubblicato da in Match - La cronaca | 1 Commento

Andiamo a canestro! E buttiamola dentro!

_________________________________________________________________________________

61

-

62

Taz Boys Basket
Vobarno

Polisportiva Basket
Vobarno

_________________________________________________________________________________

Risultato finale 61 punti realizzati da Vobarno – 62 punti realizzati da Lograto!

Non è mai facile commentare le partite, ancora meno quando il risultato è con lo scarto di 1 solo punto e la squadra che perde fa di tutto per perdere la partita! Avete letto correttamente, la squadra che ha perso lo ha fatto da complice e da attore principale!

La gara inizia con i nostri ragazzi negli spogliatoi, non è un errore dell’arbitro, 5 giocatori hanno calcato il taraflex di Vobarno ma si accorgono che la partita è iniziata solo dopo 4 minuti sul 10 a 0 (ZERO) per gli ospiti, che difendono a zona mandando in tilt i nostri, nonostante gli allenamenti specifici; il primo canestro di Michele Leali da la carica e i nostri: difendono zone-press ordinata dall’allenatore , con buoni risultati! tanto che in 2 minuti il risultato è in parità e il quarto finisce sotto di 5 punti sul 17 a 22.

Secondo quarto con prevalenza dei nostri che, ormai entrati in partita, eseguono la difesa in modo eccellente ma, come al solito, litigano con il canestro e il riposo segna 33 a 31 per Lograto che alterna difesa a zona e difesa a uomo.

Rientro di marca ospite che nonostante i 4 falli del miglior giocatore mantiene le distanze, seppur di pochi punti 42-49 alla fine del terzo quarto.
Negli ultimi decisivi 10 minuti succede tutto quello che un allenatore vorrebbe non succedesse: la squadra ha carattere e voglia di vincere recupera palloni in difesa, attacca con movimenti ordinati e con i giusti tempi ma il canestro continua ad essere stregato e la rimonta che sembra essere compiuta non arriva mai, nemmeno a 3 secondi dalla fine con ennesima palla recuperata che per l’ultima volta non vuole saperne di entrare nel canestro!

Bene il carattere : tutta la squadra ci ha creduto fino all’ultimo secondo; bene il gioco che sia in difesa che in attacco è stato più ordinato e fluido rispetto agli avversari; male il rapporto con l’anello di ferro che è l’unica discriminante tra la vittoria e la sconfitta. E’ l’ennesimo insegnamento che ci viene fornito: si può giocare bene, si può difendere bene ma alla fine è necessario metterla dentro!!!

Speriamo, mancano ancora 3 gare. Stay tuned!

Leali 6, Bortolotti 10, Rossi 6, Bellini 6, Ravera 8, Bisicchia 19, Pitossi 6.

Share
  1. Un detto popolare valsabbino recita “Ighela e mia mitìghela, l’è come mia ìghela…”
    Forza ragazzi! Continuare a lavorare per migliorarsi sempre.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*

Protected by WP Anti Spam

Teinture d'un serpent-tête de la Moldavie, et aussi la teinture d'un Yarrow herbe ordinaire. teinture sur Spirit (vodka) d'une racine de marais d'aira. une excellente façon de se débarrasser de la douleur avec ce bouillon: prendre l'écorce de chêne dans la quantité de 100 grammes, versez un litre Arrosez et faites bouillir pendant 15 minutes. Let's cool, ajouter une tranche de poivre et 2 cuillères à soupe de vinaigre. Il y a une autre recette efficace sur le http://mangopharmacieenligneblog.fr/generique-cialis-en-ligne/ de la douleur dentaire sous la forme de bouillon pour le rinçage: prendre l'écorce d'Aspen 15 grammes et 200 ml d'eau et faire bouillir 5-7 minutes, le refroidissement à la température ambiante et la bouche creuse.

Pour ceux qui superstitieux, peut approcher une telle façon: l'ail Pelé (sur une serviette) mis à un endroit sur une main où le pouls est mis. La main doit être sur le côté opposé de la dent malade.