ott 25, 2015

Pubblicato da in Match - La cronaca, Match - Under 16 Maschile | 1 Commento

Buon gioco ma poca continuità

_________________________________________________________________________________

73

-

80

POLISPORTIVA  BASKET

VOBARNO

BASKET ISEO

_________________________________________________________________________________

Finalmente all’esordio in casa; i ragazzi vobarnesi vedono opporsi i pari età
di Iseo, una formazione non molto forte sul piano fisico,
ma in grado di mettere in difficoltà coach Faberi ed i suoi ragazzi.
Si inizia, ed il match subito prende il verso giusto,
contesa vinta e canestro realizzato.
Il gioco offensivo pare girare bene, e con esso la difesa,
inizialmente è la formazione ospite
a comandare il batti e ribatti iniziato in  campo,
ma la situazione si ribalta, quando a 3’ dalla fine vengono perse
tre palle in fase d’impostazione di gioco,
permettendo l’allungo agli avversari e la vittoria del primo parziale
con un distacco di 7 lunghezze.

Inizia il secondo periodo, ma gli avversari non sembrano mollare,
una tripla spedisce i padroni di casa al massimo svantaggio,
-10, ma grazie alla sveglia fatta suonare dalla panchina,
i giovani valsabbini si riprendono, con uno scatto d’orgoglio
ritrovano il buon gioco ed una buona difesa che permette 
loro di recuperare step by step fino al -1, sembrava fatta,
il divario era ormai collimato,
quando due fatali contropiedi errati hanno permesso il breve 
allungo avversario, pesante seppur limitato,
lasciando nuovamente gli avversari costretti a rincorrere. 

La terza frazione di gioco, ancora una volta è un tabù,
i padroni di casa sembrano perdere la testa,
aiutati anche dai direttori di gara,
precisi, quanto spesso incomprensibili,
che fischiano tre falli in meno di due minuti,
mandando spesso gli ospiti in lunetta,
dando così il “la” alla loro fuga sin al +13,
quando un ritrovato Capitan Tolentini, sugli scudi,
si accende con la tripla del -10 infilando un parziale
di 12 punti, cambiando seppur per poco il verso alla partita, 
alla quale gli avversari riescono a stare aggrappati solo
grazie ai tiri liberi, concludendo il periodo con una sola lunghezza
di distanza le due formazioni vanno in panchina pronte a darsi battaglia
sin all’ultimo.

Si torna sul campo per l’ultimo periodo di gioco che si appresta
ad essere combattuto, ma sin dall’ inizio le problematiche di falli
sulla panchina vobarnese si fanno sentire,
a 9’ 14’’ dalla conclusione è Mac Sweeney a dover
lasciare il campo per falli, 
seguito poi con l’andare del tempo, da un paio di avversari;
dopo un breve allungo della formazione sebinese,
il canestro sembra stregarsi da entrambi
i lati del campo, causa forse la stanchezza,
finché ancora una volta capitan Tolentini,
supportato dall’ esplosione di Davini,  
suona la carica ai suoi, portandoli ancora al meno due,
ma i padroni di casa, causa la serata decisamente "NO" 
ai liberi (n.d.r. 25% a fine serata)
vedono ancora i padroni di casa ferire con l’arma
non sfruttata dalla Pol Vobarno
che continua a rispondere botta su botta,
e mentre lo spettro dei supplementari inizia ad arieggiare sul campo,
i direttori di gara fischiano ogni minima cosa con pignoleria 
quasi mai mostrata sin ora, ma i liberi,
arma a doppio taglio feriscono come una lama ben affilata
e condannano i padroni di casa alla sconfitta,
una sconfitta pesante ma dopo una partita a sprazzi ben giocata,
che avrebbe richiesto una continuità maggiore,
continuità che sarà acquistata solo con il
continuo allenamento ed il susseguirsi delle partite.


Pol.Vobarno: Ferrari M. , Colosio M. , Mac Sweeney P. 2, Balzarini M. ,
 Corza G. 1,Toninelli D. 5, Davini A. 17, Porretti G. 4, Crescimbeni M. 11,
 Ottolini A. 2, Tolentini (K) K. 31, Archetti C.
Share
  1. La partita l’abbiamo persa ai tiri liberi e per troppi palloni gettati al vento (circa 40 alla fine).
    Comunque dài ragazzi, il tempo per rifarvi c’è tutto.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*

Protected by WP Anti Spam

Teinture d'un serpent-tête de la Moldavie, et aussi la teinture d'un Yarrow herbe ordinaire. teinture sur Spirit (vodka) d'une racine de marais d'aira. une excellente façon de se débarrasser de la douleur avec ce bouillon: prendre l'écorce de chêne dans la quantité de 100 grammes, versez un litre Arrosez et faites bouillir pendant 15 minutes. Let's cool, ajouter une tranche de poivre et 2 cuillères à soupe de vinaigre. Il y a une autre recette efficace sur le http://mangopharmacieenligneblog.fr/generique-cialis-en-ligne/ de la douleur dentaire sous la forme de bouillon pour le rinçage: prendre l'écorce d'Aspen 15 grammes et 200 ml d'eau et faire bouillir 5-7 minutes, le refroidissement à la température ambiante et la bouche creuse.

Pour ceux qui superstitieux, peut approcher une telle façon: l'ail Pelé (sur une serviette) mis à un endroit sur une main où le pouls est mis. La main doit être sur le côté opposé de la dent malade.